IL CONTESTO

Sfide imprenditoriali

«Nel mondo esistono più rischi». Questo è il messaggio principale che emerge dal sondaggio «Global Risk Landscape» che BDO ha condotto del 2017.

Lo studio contemplava l’intervista di 500 consiglieri di amministrazione in 55 paesi sui rischi commerciali attuali e futuri. Quasi tutti i CEO intervistati hanno dichiarato che la mancata introduzione o attuazione delle innovazioni in materia di evoluzione tecnologica è tra i principali rischi aziendali. Domani vincitori e vinti si distingueranno per la capacità di adattarsi, di valutare bene le informazioni rilevanti e di creare effetti moltiplicatori, oltre che per gli investimenti nelle tecnologie giuste.

In Svizzera sono ora imminenti diverse modifiche legislative, importanti anche per i clienti di BDO.

La legge sulla protezione dei dati sarà sottoposta a revisione

Il 25 maggio 2018 entrerà in vigore il Regolamento generale sulla protezione dei dati dell’UE, con ripercussioni dirette anche sulle aziende svizzere che offrono ad esempio merci o servizi nell’Unione europea e così facendo elaborano dati personali. Al contempo la legge svizzera sulla protezione dei dati dovrebbe essere adeguata ai nuovi sviluppi in campo tecnologico e societario, al fine di migliorare la trasparenza delle elaborazioni di dati e rafforzare l’autodeterminazione delle persone interessate in materia di dati personali.

In futuro le aziende svizzere dovranno far fronte a maggiori obblighi di documentazione, informativa e notifica. Per questo le imprese sono chiamate a confrontarsi tempestivamente con i nuovi requisiti e a stabilire al proprio interno procedure e direttive in linea con la nuova legislazione.

Progetto fiscale 17

La Svizzera si è impegnata ad abrogare determinati privilegi fiscali per circa 24 000 aziende. Il Consiglio federale ha approvato i parametri di riferimento della nuova «Riforma III dell’imposizione delle imprese». Nel 2018 la questione dovrebbe diventare l’ago della bilancia politica con il nome «Progetto fiscale 17» (PF17). Il PF17 non presenta differenze sostanziali rispetto alla versione precedente. A titolo di compensazione si prevede un innalzamento della tassazione dei dividendi per le partecipazioni societarie di rilievo. Tale intendimento politico è osteggiato da più parti. Tuttavia anche la seconda misura di compensazione prevista, ossia una prescrizione minima per gli assegni per i figli e gli assegni di formazione a livello cantonale, potrebbe incontrare difficoltà sul fronte politico. Pertanto la discussione verterà soprattutto su questi interventi di compensazione e di conseguenza sulla capacità di raggiungere una maggioranza in entrambe le Camere e presso gli aventi diritto al voto.

Necessità di intervento nella revisione

Nell’ambito della revisione del diritto delle società anonime si auspicano anche adeguamenti della legge in materia di revisione e sorveglianza sulla revisione. È stato ad esempio riconosciuto il potenziale migliorativo in termini di abilitazione dei revisori. Stando alle attuali disposizioni legislative, l’abilitazione come revisore non è sufficiente per poter effettuare verifiche speciali. Per queste attività occorre il livello di formazione superiore del perito revisore. Tuttavia per quanto riguarda le PMI è necessario che anche il revisore abilitato possa qualificarsi per tutti i servizi di revisione previsti dalla legge. Occorre dunque adeguare in modo capillare i criteri di abilitazione.

backtop