EDITORIALE

TRASFORMAZIONE VUOL
DIRE NUOVO INIZIO

BDO archivia un esercizio di successo: come il resto del settore, anche noi siamo spronati dal dinamismo della trasformazione.


L’anno in rassegna è stato positivo per BDO, che ha saputo mettere a segno aumento del fatturato ed espansione delle attività di consulenza. Il fatto che alla crescita abbiano contribuito ancora una volta tutti i nostri settori e gruppi di prodotti è per noi motivo di soddisfazione. Particolare attenzione merita il positivo sviluppo nel campo della consulenza aziendale, che con i suoi innumerevoli progetti unici, i servizi complementari e innovativi e le importanti attività di acquisizione contribuisce in modo particolare al potenziamento del brand BDO. Guardando al contesto economico così impegnativo – ne sono un esempio il vivace corso del franco che frena le esportazioni o il cantiere della Riforma III dell’imposizione delle imprese – diventa doveroso apprezzare ancora di più il successo aziendale.

L’avvenimento saliente del 2017, dal nostro punto di vista, è stato il trasferimento nella Schiffbaustrasse di Zurigo, nell’ex caldareria della Escher Wyss AG: con il raggruppamento di quattro succursali nella nuova sede principale BDO ha reagito alla crescita degli ultimi anni, preparandosi al futuro.

Le attuali sfide che investono il nostro settore, e quindi anche BDO, sono di grande portata. Il «triangolo delle Bermuda» formato da costi della regolamentazione, costi della digitalizzazione e prezzi tendenzialmente in calo non riguarda solo BDO, ma tutti i fornitori di prestazioni, come ad es. banche e assicurazioni. La stretta a livello di regolamentazione genera enormi oneri supplementari, ma se attuata in modo giusto contribuisce anche a migliorare la qualità.

BDO va incontro alla digitalizzazione anche con il portale digitale «HelloNina» dedicato alle start-up, con il trattamento automatizzato delle richieste dei clienti mediante i cosiddetti bot, con l’utilizzo di strumenti per l’analisi di dati e processi in caso di revisioni di notevole entità e con l’uso dei bot nella revisione limitata. Questo libera nuove potenzialità per la gestione di aspetti più complessi, in cui vengono coordinati specialisti di vari rami. Siamo certi che il valore dei rapporti personali e della consulenza ai clienti sarà sempre più importante. Il contesto dinamico, unito alla costante pressione sui costi e ai rapidi cambiamenti in atto, obbliga le aziende a crescere, anche all’estero. BDO è un partner solido anche per queste problematiche, grazie alla presenza capillare in ben 162 paesi.

Quanto maggiore sarà il grado di digitalizzazione dei nostri processi, tanto più migliorerà la nostra reputazione nella protezione dei dati. Svizzera e Unione europea stanno rivedendo le rispettive leggi sulla protezione dei dati e questo avrà forti ripercussioni su molte aziende. Ecco perché l’imprenditoria è chiamata a confrontarsi tempestivamente con i nuovi requisiti ed eventualmente a stabilire al proprio interno procedure e documentazione conformi alla nuova legislazione.

Trasformarsi vuol dire iniziare daccapo e se questo avviene nel modo giusto porta a nuovi successi. Oppure, per dirlo con le parole del ricercatore inglese Charles Darwin: «Non è la specie più forte o la più intelligente a sopravvivere, ma quella che si adatta meglio al cambiamento.» In quest’ottica auguriamo a voi e noi tutti audacia e lungimiranza per affrontare le sfide imminenti.

 

Werner Schiesser
CEO

Rudolf Vogt
Presidente del Consiglio di amministrazione

backtop